Sinagoga di Pilsen, la più grande della Repubblica Ceca

di
Grande Sinagoga di Pilsen, Repubblica Ceca © Andrea Lessona

Grande Sinagoga di Pilsen, Repubblica Ceca © Andrea Lessona

Stretta tra le due torri gemelle, la croce di David si vede già da lontano mentre sotto la pioggia mi avvicino alla grande Sinagoga di Pilsen – la più imponente della Repubblica Ceca, la seconda d’Europa, la terza al mondo.

Di fronte all’entrata percepisco la sua imponenza, e il peso greve della storia. La struttura fu progettata dall’architetto viennese Fleischer in stile gotico, con due torrioni alti 65 metri. Posata la prima pietra, il 2 dicembre del 1988, il consiglio comunale fermò i lavori.

Secondo i consiglieri, l’altezza della grande Sinagoga di Pilsen – Velká Synagoga in ceco – “oscurava” la vicina cattedrale di San Bartolomeo. Fu così che Emmanuel Klotz predispose un nuovo progetto.

La pianta originale della struttura venne mantenuta ma le torri delle discordia abbassate di venti metri. Lo stile mutò in romanico e neo rinascimentale con decorazioni orientali e una grande stella di David al centro della facciata principale. Proprio sopra l’ingresso.

Superatolo, prima di poter visitare la grande Sinagoga di Pilsen, devo indossare il kippah – il copricapo ebraico: un cartello scritto in ceco e in inglese chiede cortese il rispetto di una antica tradizione.

Passo dopo passo, scopro così questo edificio monumentale. Qui la comunità ebraica della zona potè celebrare le proprie funzioni da quando il mastro carpentiere Rudolf Štech completò i lavori nel 1893, sino all’occupazione nazista dell’allora Cecoslovacchia.

Durante la guerra, la grande Sinagoga di Pilsen fu usata come impianto di stoccaggio, e in tal modo risparmiata alla distruzione. Nel 1973, sotto il regime comunista, si tenne l’ultimo servizio regolare. Poi la struttura venne chiusa e lasciata al suo destino.

Tra il 1995 e il 1998, la Velká Synagoga fu ristrutturata per un costo di 63 milioni di corone ceche. L’11 Febbraio 1998, l’edificio riaprì. Il salone centrale che ammiro dall’alto è oggi utilizzato per i concerti.

Lungo le pareti bianche della grande Sinagoga di Pilsen, fotografie di ieri raccontano la costruzione dell’edificio, la guerra, la persecuzione nazista, la liberazione della città da parte dei carri armati americani del generale Patton.

Il culto viene praticato solo in quella che una volta veniva chiamata la sala di preghiera d’inverno. Degli oltre duemila membri della comunità ebraica di fine 800, oggi ne sono rimasti settanta.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Sinagoga di Pilsen, la più grande della Repubblica Ceca"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...