Giardino Vrtbovska, il gioiello di Praga

di
La fontana del Giardino Vrtbovska, Praga © Andrea Lessona

La fontana del Giardino Vrtbovska, Praga © Andrea Lessona

Dalla collina Petrín guardo il giardino Vrtbovska distendersi sino alla fontana del parco. È da lì che, camminando la ghiaia che costeggia il manto terrazzato in stile barocco, ho iniziato a scoprire il gioiello di Mala Strana, il quartiere cuore di Praga.

Realizzato tra il 1715 e il 1720, il giardino è parte integrante della tenuta della famiglia Vrtba di cui Jan Josef, l’uomo che ne ordinò la edificazione, era burgravio maggiore del Castello dell’attuale capitale ceca.

Per accedere al verde di Vrtbovska ho superato la Sala terrena, antico collegamento tra il parco e il palazzo: è ricca di affreschi di Reiner e di statue di Bacco e di Cerere realizzate dal famoso scultore Matyas Bernard Braun.

Appena fuori ho visto l’oasi artificiale seguire il profilo dell’altura su cui si inerpica, anche se mani esperte l’hanno saputa dividere in gradoni dal forte connotato italiano. È considerato il più bel giardino di Praga ed è stato il primo a essere aperto al pubblico.

A ogni passo sul sentiero la stupore aumenta e diventa meraviglia: l’architettura del complesso è unica, disegnata in rispetto e per il trionfo di un senso estetico ammirabile che toglie il fiato.

Caratteristiche di alto valore che ne aumentano il piacere della scoperta sono le aiuole fiorite durante la bella stagione e i sentieri e le piccole scalinate che salgono docili per portarti sin lassù.

Mentre ne superavo i gradini i miei occhi non hanno potuto fare a meno di ammirare le decorazioni splendide, curate con attenzione e amore. Così come le bianche statue dedicate alle divinità romane, bellezza eterea nella bellezza della natura.

Durante il percorso, ho visto giovani sposi abbracciarsi in posa e farsi fotografare nel loro giorno più bello. Il giardino Vrtbovska è infatti cornice perfetta per racchiudere un evento unico: rendendolo speciale nella specialità.

Poi, passo a passo sono arrivato quassù: sulla cima della collina Petrín, dove dietro a una cancellata in ferro si trova l’Ambasciata americana in repubblica Ceca. davanti a me l’orizzonte blu è spezzato dalle nuvole e dai profili delle case e dagli edifici più importanti di Mala Strana, il cuore pulsante di Praga.

I commenti all'articolo "Giardino Vrtbovska, il gioiello di Praga"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...